Un giorno di vacanza sul JungFrau

Posted by: Salvatore Graziadio  :  Category: Eventi & Mostre

Durante una passeggiata in montagna, l’industriale svizzero Adolf GUGER-ZELLER ha un’idea coraggiosa: vuole scavare una galleria attraverso Eiger e Monch e costruirvi una ferrovia a cremagliera che raggiunga la vetta dello JungFrau,  (toponimo che significa la Vergine) è una montagna delle Alpi Bernesi a cavallo tra il Canton di Berna ed il Canton Vallese, la cui altezza è di 4158mt, risultando così la terza più elevata vetta della regione alpina dell’Oberland bernese . Il 27-28 agosto 1893 esegue il primo schizzo a matita, e il 21 dicembre 1894, il parlamento federale rilascia la concessione. E’ cosi che, il 27 luglio 1896 iniziano i lavori svolti da circa 100 operai italiani.

Stazione di Wilderswill – 584mt

wilde1  wilde2  wilde3

Stazione di Grund – 954mt

grund2  grund4  grund3

grund6  grund5  grund1

 Stazione di Kleine Scheidegg – 2061mt

kleine12  kleine11  kleine6

kleine7  kleine5  kleine4

kleine8  kleine10  kleine9

kleine3  kleine2  kleine1

Il 19 settembre 1898 viene inaugurato il percorso tra le stazioni di Kleine Scheidegg e la stazione di Eigergletscher che si trova a 2320mt.

Stazione di Eigergletscher – 2320mt

eigergl1  eigergl3  eigergl2

Dal 1898 hanno inizio i lavori di brillamento nelle gallerie. Il 3 aprile 1899 muore Adolf Guyer-Zeller. Pochi mesi dopo viene messa in esercizio la ferrovia che arriva sino alla stazione di Rotstock. Il 28 giugno 1903 viene inaugurata la stazione di Eigernordwand situata a 2865mt. Giunti in questa stazione i passeggeri possono scendere 5 minuti (ad oggi) e ammirare, attraverso una vetrata, lo scenario offerto dalla montagna. Inoltre è presente un doppio binario, utilizzato come binario di precedenza, dato che la linea è a binario unico.

Stazione di Eigerwand – 2865mt

jangfrau1   jangfrau2

Il 28 luglio 1905 viene inaugurata la stazione di Eismeer a quota 3160mt. Anche qui (ad oggi) il treno si ferma 5 minuti per ammirare lo scenario offerto da uno dei costoni del ghiacciaio. Inoltre anche in questa stazione è presente un doppio binario. Il 21 febbraio 1912 avviene la perforazione presso la stazione terminale di Jungfraujock, e il 1 agosto 1912, l’inaugurazione della stazione più alta d’Europa.

Stazione di JungFrau – 3484mt

jangfrau12  jangfrau10  jangfrau11

La terrazza della Sphinx – 3571mt

Il 4 luglio 1931 viene inaugurata la stazione di ricerca, e nel 1950 l’osservatorio viene completato con l’aggiunta di una cupola per l’osservazioni astronomiche. E’ una delle stazioni di ricerca più importanti al mondo per gli studi ambientali (glacialogia, metereologia, e misurazioni dell’aria). Nel 1 luglio 1996 la terrazza viene aperta al pubblico ed è raggiungibile, dalla stazione di JungFrau, grazie ad un veloce ascensore (6,3m/s) che in 27 sec raggiunge la terrazza dello Sphinx, da cui è possibile ammirare lo scenario offerto dalla vista sul ghiacciaio dell’ Aletsch, il più lungo delle Alpi.

jangfrau7  jangfrau8  jangfrau6

jangfrau3  jangfrau9  jangfrau5

Voglio ringraziare i miei cugini che abitano in Svizzera, Davide e Lavinia, per avermi fatto trascorrere questa bellissima giornata a bordo di questi treni, che attraversando spettacolari scenari naturali, arrivano sin sul ghiacciaio del JungFrau.