Treni in Miniatura – Roma, 20-21 maggio 2017

Posted by: Salvatore Graziadio  :  Category: Eventi & Mostre

locandina-su-pergamena-webGrazie alla collaborazione di Centostazioni (Gruppo FS Italiane), la Sala Presidenziale della storica stazione di Roma Ostiense  ha ospitato la 6à edizione della mostra di fermodellismo Treni in Miniatura, nei giorni di sabato 20 e domenica 21 maggio 2017 ideata e organizzata da modellisti ferroviari. All’interno dei due prestigiosi ambienti caratterizzati da favolosi marmi di vari colori, quali l’anticamera e la stessa sala Presidenziale, sono stati allestiti plastici e diorami ferroviari delle Associazioni/Gruppi:

  • VBF Group Ferrara e Venturina
  • Associazione Vivitreno
  • Associazione Trenoroma
  • Gruppo Fermodellistico Tartaruga
  • Danilo Palermo
  • Gruppo Fermodellistico Romano Sogliole
  • Gruppo Trenichepassione
  • Diorama Stazione Navigatori
  • Diorama di Rodolfo Leuzzi & Mauro Girolametti
  • Diorami di Daniele Monni

Video

www.youtube.com/watch?v=afbbq86Iplk

Gli organizzatori hanno dedicato anche questa edizione di “Treni in Miniatura” al ricordo delle vittime delle stragi mafiose del 1992 di cui ricade quest’anno il 25° anniversario.

Sabato 20 maggio alle ore 15.30 un breve momento di commemorazione e la partenza di un modellino di un treno storico, regolamentata da un capostazione di ruolo, hanno fatto da scenario per ricordare  Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e gli agenti delle loro scorte, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli.

Domenica 21 maggio alle ore 11.00 su ciascun plastico esposto, si è replicata la partenza di un modellino di un treno storico messo a disposizione da ciascun Gruppo/Associazione. Vogliono essere  questi,  il nostro   ricordo PER NON DIMENTICARE coloro che hanno sacrificato con coraggio la loro vita, per dare un fresco profumo di libertà al Nostro Paese Italia, nella lotta contro la MAFIA.

…vogliono esser anche, il segno di solidarietà al grido di “NO ALLA MAFIA!

Ringraziamenti

Si ringrazia, la preziosa collaborazione offerta da:

  • Centostazioni (Gruppo FS Italiane)
  • Personale RFI di Roma Termini e Roma Ostiense
  • Cerimoniale della Polizia di Stato
  • Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio
  • Comandante e Agenti della Sottosezione Polizia Ferroviaria Roma Ostiense

Cenni storici della Stazione Ostiense

La storica stazione Roma Ostiense risulta essere il terzo scalo più importante di Roma, situato nel cuore del quartiere Ostiense  a 600 mt dalla Piramide di Caio Cestio. L’ingresso principale dell’edificio ferroviario, progettato dall’Architetto Roberto Narducci, ed inaugurata nel 1940, è su Piazzale dei Partigiani. Un porticato composto da grandi pilastri di travertino e un basso rilievo dalle grandi dimensioni raffigurante la figura mitologica Pegaso, costituiscono la facciata della stazione verso Piazzale dei Partigiani.

Gioiello di questa storica stazione ferroviaria, è la Sala Presidenziale, luogo dagli aspetti pregevoli realizzata con marmi pregiati dagli splendidi colori e illuminata da grandi lucernai realizzati in vetrocemento. A dominare questo affascinante locale, la statua alta 3 metri della Dea Roma, realizzata nel 1940 dallo scultore Alfredo Angeloni con marmo bianco di Carrara.

Negli anni ’30, la stazione Ostiense viene denominata, da alcuni storici, come la “stazione campagnola”, perchè isolata e di dimensioni e servizio limitati. Durante il regime fascista la stazione fu al centro di lavori di ristrutturazione, che furono accelerati alla notizia della visita di Hitler a Roma. Infatti la sera del 3 maggio 1938, Hitler arrivò in treno nella stazione Ostiense (ancora provvisoria e diversa dall’attuale fabbricato), accolto dal Re Vittorio Emanuele III e da Mussolini all’interno dell’attuale Sala Presidenziale. Il poeta TRILUSSA, per la circostanza, compose questi versi:

Roma de travertino, rifatta de cartone, saluta l’imbianchino, suo prossimo padrone“.

 

Treni in Miniatura – Carsoli, 1-2 giugno 2014

Posted by: Salvatore Graziadio  :  Category: Eventi & Mostre

 

treni in miniatura 3 edizioneIl 1-2 giugno 2014 presso la Chiesa  Madonna del   Carmine,   a CARSOLI (Aq)in     Piazza  del Municipio si è svolta la terza    edizione della manifestazione fermodellistica “Treni in  Miniatura“, un evento organizzato grazie alla collaborazione  della Parrocchia Santa Vittoria, dell’ Ass. Trenoroma, dell’ Ass. Vivitreno, del Gruppo VBF,  del Gruppo Trenichepassione e della sezione  artistica/modellismo del   Dopolavoro ATAC.

L’apertura della manifestazione, avvenuta domenica 1 giugno alle ore 16, è stata segnata dall’arrivo di  un gruppo di auto e moto d’epoca  scortato dalla Polizia Stradale del distaccamento di Carsoli, dai Carabinieri del Comando Stazione di Carsoli, e dal personale della Protezione Civile della sezione di Carsoli.

numerazione-auto-CARSOLI-nu   giulietta-sprint

Nella ricorrenza del 22° anno delle stragi di Capaci e Via D’ Amelio, la Parrocchia Santa Vittoria di Carsoli, le associazione di modellismo e gli appassionati di auto d’epoca hanno dedicato questa sfilata alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino e degli 8 angeli custodi delle loro scorte.

Leggi tutto l’articolo >>

Ludica Model – Fiera di Roma 23-25 novembre 2012

Posted by: Salvatore Graziadio  :  Category: Eventi & Mostre

Nei giorni 23-24-25 novembre, si è svolto un grande evento per gli appassionati di modellismo statico e dinamico, presso la Nuova Fiera di Roma, ( via Portuense, 1645) evento organizzato da ItaliaCrea s.r.l..

  www.model.ludica.it

In questa occasione il Gruppo TreniChePassione ha presentato l’avanzamento dei lavori sull’impianto ACEI collegato al plastico di Roma San Pietro, e l’Associazione VIVITRENO, ha presentato il plastico modulare sociale.

Il video di Trenichepassione

Il video del Tg1

Leggi tutto l’articolo >>

Per non dimenticare! Via D’Amelio 19 luglio 1992

Posted by: Salvatore Graziadio  :  Category: Senza categoria

 …il silenzio è mafia!

Parlate della mafia. Parlatene in televisione, alla radio, sui giornali…ma parlatene!                    Paolo Borsellino

…senza memoria, non c’è futuro!

“La lotta alla mafia deve essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà, che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.”              Paolo Borsellino

 

Son trascorsi 20 anni da quella domenica pomeriggio del 19 luglio 1992, quando il giudice Paolo Borsellino e i suoi 5 angeli custodi, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Mui, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, rimasero tragicamente uccisi nell’attentato in Via M. D’Amelio a Palermo a seguito dell’esplosione di 100 kg di tritolo nascosti in un auto in sosta. Uomini che sapevano di morire dato il loro delicato lavoro…uomini valorosi, servitori dello Stato, ma che lo Stato non è riuscito a proteggere!

Non dimentichiamoli!

Il giudice Borsellino diceva:” Convinciamoci del fatto, che siamo morti che camminano. Forse saranno  mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno…ma quelli che avran voluto la mia morte, saranno ben altri!”